Contenuto principale

Messaggio di avviso

II percorso educativo non viene calato dall'alto dalle educatrice ma calibrato sul bambino. E' quindi aperto e modificabile secondo il variare dei bisogni espressi dai bambini, i loro interessi e le competenze manifestate.
Durante l'anno, pertanto, la pianificazione iniziale, le azioni di verifica, e le valutazioni dovranno essere aggiustate ed adeguate alle diverse situazioni  che si porranno sul cammino.
Il centro del progetto educativo è il bambino e i suoi bisogni. La programmazione è successiva ad un'attenta osservazione da parte delle educatrici dei bambini e dei loro giochi e può essere modificata  a seconda dei risultati riscontrabili nel bambino.
Il mezzo principe di verifica è quindi un attenta osservazione sul gruppo dei bambini, sulle dinamiche relazionali, su i giochi dei bimbi, sulla loro autonomia ecc..
Gli atti di verifica e valutazione si realizzeranno attraverso l'impiego di scritti inerenti le attività strutturate e non proposte.
La valutazione sarà intesa come forma di azione promozionale nei confronti dei bambini e di autovalutazione per le insegnanti, che provvederanno in itinere a formulare proposte educative sempre più rispondenti alle reali esigenze dei bambini.
Per ogni bambino le insegnanti predispongono una cartella personale del bambino dove sono raccolte:

  • le informazioni ricevute dalla famiglia e date alla famiglia in ingresso e in itinere;
  • l'illustrazione degli aspetti salienti del percorso educativo realizzato;
  • gli elaborati che documentano il percorso di maturazione;
  • quant'altro si riterrà opportuno per evidenziare l'evoluzione del bambino.